Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2009

Oggi

Oggi ho voglia di fuggire in Finlandia
lasciare questo vento forte
questi paesi stracciati
come lana di pecore sulle spine.
È così che vi vedo, oggi
è cosi che vi sento
tutti attaccati sulla carta moschicida
di un’epoca che non crede a niente.
Oggi esulta in me lo sfinimento
e voi, amici amari, nemici cari,
siete lo sfondo inerte del tormento.

Franco Arminio

Read Full Post »

Copyright

Esiste in Italia la legge a tutela del marchio, del diritto d’autore, delle invenzioni e via di seguito. Ciò che non esiste in questa Italia che sembra sempre più una Babele, dove vince ancora il principio del “ti do la sola prima che me la possa dare tu” per dirla in romano, è una forma almeno di riconoscenza verso i grandi della storia e l’arte sul cui nome si specula per attrarre gente e riempirsi le tasche. Certo loro non potrebbero benficiarne ma ci sono gli eredi e poichè fra gli eredi c’èa nche lo Stato, i comuni cittadini.

Read Full Post »

ti consegno la luna
e una fila di rose
e l’alfabeto
così tutta sapiente
mi bacerai
così mia
come un simbolo sovrano
un nido in alto
nelle leghe intermedie
nei lumi lunari
(altro…)

Read Full Post »

Just like a woman

Nobody feels any pain
Tonight as I stand inside the rain
Ev’rybody knows
That Baby’s got new clothes
But lately I see her ribbons and her bows
Have fallen from her curls.
She takes just like a woman, yes, she does
She makes love just like a woman, yes, she does
And she aches just like a woman
But she breaks just like a little girl.

Queen Mary, she’s my friend
Yes, I believe I’ll go see her again
Nobody has to guess
That Baby can’t be blessed
Till she sees finally that she’s like all the rest
With her fog, her amphetamine and her pearls.
She takes just like a woman, yes, she does
She makes love just like a woman, yes, she does
And she aches just like a woman
But she breaks just like a little girl.
(altro…)

Read Full Post »

Davvero sono altrove

pomeriggio col petto squarciato.

e parlo e parlo ancora

io che non ci sono più

che non ci sono mai stato

in questo mondo

in questo corpo che di me

porta solo l’ansia.

davvero sono altrove

in una terra di esseri

che continuano a squarciarsi

nella fatica di stare nel cortile

dei minuti.

vi aspetto, ma non so dove

vi aspetto, ma ancora per poco….

Franco Arminio

Read Full Post »

Les Feuilles Morts

LES FEUILLES MORTES
paroles: Jacques Prévert
musique: Joseph Kosma

Oh! je voudrais tant que tu te souviennes
Des jours heureux où nous étions amis
En ce temps-là la vie était plus belle,
Et le soleil plus brûlant qu’aujourd’hui
Les feuilles mortes se ramassent à la pelle
Tu vois, je n’ai pas oublié…
Les feuilles mortes se ramassent à la pelle,
Les souvenirs et les regrets aussi
Et le vent du nord les emporte
Dans la nuit froide de l’oubli.
Tu vois, je n’ai pas oublié
La chanson que tu me chantais.
(altro…)

Read Full Post »

L’incontro

Sì, Erri è arrivato con la semplicità e la discrezione di chi è veramente grande, senza effetti speciali, annunci, rullìo di tamburi. Ma solo chi è veramente grande nella sua umiltà e semplicità può lasciare un segno indelebile.

Io c’ero ed Erri mi è rimasto scolpito nel cuore, un cuore ancora troppo confuso per mettere a fuoco, un cuore che non voleva porre fine ad un incontro e ora sente il dolore fisico dell’assenza. Un cuore emozionato che voleva pronunciarsi in un fiume di parole, ma quando la piena è troppo forte si rimane in silenzio. Cosa dire? io, io, io … non ha più un senso, gli occhi brillano per la luce che l’altro ha acceso dentro.

Anche questa è felicità e cosa accade il giorno prima ora lo ricordo.

Read Full Post »

Older Posts »