Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 12 marzo 2009

Amare, secondo l’esempio e l’insegnamento di Gesù, fa paura. L’amore totale fa paura, perchè comporta sacrificio e dolore, spogliarsi del sè per vestirsi dell’altro. Chi ama veramente inevitabilemente muore come se stesso per rinascere vestito dell’altro. L’amore si coniuga con il dolore estremo, l’agonia, per poi risorgere, testimonianza ne è il “percorso” dal Getsemani fino alla morte in croce. Poi c’è la resurrezione. Ed è questa agonia, il calvario, la morte lenta e dolorosa che fa paura, in questo modo però ci si nega anche la felicità piena.

L’amore diventa silenzio e in quel momento inizia a parlare. Gesù ha guarito, parlato, insegnato, scandalizzato con un unico scopo: insegnarci ad amare come Lui ha amato e ama. In linea teorica molti lo hanno seguito, ancor di più avversato, ma chi veramente lo ha ascoltato? E’ stato frainteso, in Lui non hanno visto un amore oltre l’amore, puro e sublime ma il secondo fine, lo scopo nascosto, il desiderio di potere, la poltrona del comando. Gesù non ha avuto altra scelta che morire perchè solo nel Suo silenzio e nella Sua assenza fisica, l’amore si è reso manifesto, puro e candido com’era. Ma veramente il silenzio inizia a parlare? Secondo il diritto: chi tace non dice nulla. Verità inconfutabile ma allora cosa è accaduto?
(altro…)

Read Full Post »

Blue Tangos

Sul ritmo scuro di una danza

piena di sogni e di sapienza

la donna accoglie i suoi ricordi

anche i più stupidi e balordi

c’è in lei una specie di cielo

un’acqua di naufragio, un volo

dove giustifica e perdona

tutta la vita mascalzona

blu tango…

Parigi accoglie i suoi artisti

pittori, mimi, musicisti

offrendo a tutti quel che beve

e quel fiume suo pieno di neve

e la illusione di capire

con l’arte il vivere e il morire

su antichi applausi a fior di pelle

di molte donne ancora molto belle

blue tango…

Tra le ombre verdi di un bovindo

gustando un’acqua al tamarindo

l’uomo che ha niente da inventare

prova a sognare, prova a sognare

e prova gli attimi e le stelle

e le fontane e le piastrelle

e i bagni turchi e ogni altra stanza

ma tutto ormai sventola e danza

blue tango…

Paolo Conte.

Tempo fa sulla rivista “Magazine” del Corriere della sera, in una rubrica tenuta da Antonio D’Orrico, ci si poneva la stessa domanda che su LPELS: le canzoni di Paolo Conte sono solo musica o sono poesia in musica? La risposta dal mio punto di vista è senza dubbio: poesia e questo brano ne da la dimostrazione ma si potrebbe prenderne qualsiasi altro.

Read Full Post »