Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 5 aprile 2009

Gerusalemme

Ricordate il musical Jesus Christ Superstar? Ebbene Gesù entra in Gerusalemme accolto come oggi si farebbe con una superstar ma quell’Uomo entra nel regno degli uomini per andare incontro alla morte. Solo un pazzo o un Dio avrebbe mai potuto fare questo e a rifletterci bene il Figlio di Dio e dell’uomo aveva il coraggio della sua divinità e la follia del più folle degli uomini.

Ma la domanda è un altra: oggi sarebbe ancora accolto così? I cristiani si nascondono perchè perseguitati ma anche perchè hanno paura di dirsi tali, come se seguire Gesù, nell’epoca attuale, fosse una cosa da poveri illusi perchè si ambisce a potere e ricchezza, bellezza e possesso, qualità dell’uomo amate dal Principe di questo mondo. Gesù entra a Gerusalemme per salvare gli uomini che ancora gridano “crocifiggilo!”

Un volta però ho letto da una parte: “se il diavolo crede di poter rendere l’uomo peggiore di quello che è, è un grande illuso”

Forse allora senza troppo rumore Gesù può ancora entrare nei nostri cuori perchè ciò che l’uomo rifiuta è capace di accettare e quel qualcosa si chiama: AMORE.

Read Full Post »

Una donna

A nessuno sono risparmiate le sofferenze
Stanotte mentre sto sotto la pioggia
tutti sanno
che Baby ha dei vestiti nuovi
ma da poco ho visto che i suoi nastri ed i suoi fiocchi
sono caduti dai suoi riccioli
Lei parla proprio come una donna adesso
Lei fa l’amore proprio come una donna, si, è così
fa soffrire proprio come una donna
ma piange ancora proprio come una bimba.

Mary, la regina, é amica mia
Si, credo che andrò ancora a trovarla
Nessuno deve credere
che Baby non possa essere benedetta
fintanto che lei non vedrà di essere come tutti gli altri
con la sua nebbia, le sue anfetamine e le sue perle
Lei parla come una donna
fa l’amore proprio come una donna, si, è così,
e fa soffrire proprio come una donna
ma piange ancora proprio come una bimba.

Stava piovendo dall’inizio
e stavo morendo di sete
così sono entrato
e la tua antica maledizione ferisce
ma quello che é peggio
è questa sofferenza
Non posso restare qui
è chiaro
che proprio non ci riesco
sì credo sia l’ora di lasciarci
quando ci incontreremo ancora
presentati come amici
per piacere non far capire che mi conoscevi quando
io ero affamato del tuo mondo
ah tu fingi proprio come una donna, sì
tu fai l’amore proprio come una donna, sì, è così,
poi fai soffrire proprio come una donna
e piangi come una bimba.

Bob Dylan

Read Full Post »