Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2009

Di noi e del mondo

se d’improvviso una sera
pure in questa lieve e perenne
insofferenza ci guardassimo negli occhi
e negli occhi si trovassero le mani fuggendo
dentro vicoli e cortili fino a un bacio breve
o lungo avremmo fatto un buon uso
un uso semplice e profondo
di noi e del mondo.

Franco Arminio

Read Full Post »

La mano

Fra ombra e luce del nostro cammino, negli infiniti chiaroscuri della nostra anima ci smarriamo ma dal buio e verso la luce c’è una mano che chiama senza incertezze, la stessa che ci afferra e salva.

Read Full Post »

Tov Meod

“Se stasera sono qui è perchè ti voglio bene anche se tu non lo sai”.

Dalla creazione in poi è solo un atto d’amore, quell’amore semplice e fatto di stupore che solo chi ama oltre l’amore oltre la fisicità può provare. Un innamoramento continuo di Dio verso la sua creatura ma a volte anche di chi sa cos’è quel sentimento.

L’amore è un angelo innocente e paziente che vuole solo essere afferrato. 

“Se sei qui stringimi la mano, cammina al mio fianco dividendo i miei passi e fa che io non mi fermi lasciandoti procedere da solo”

Read Full Post »

Il trapezio

Librarsi in volo il sogno dell’uomo, quel senso di libertà infinita, il distacco dalla materia, l’ebbrezza e la leggerezza di muoversi senza spazio e tempo. In fondo la vita altro non è che questo come l’amore, il desiderio di un volo libero e la certezza di due mani che ti afferrano saldamente. Ma a volte il compagno si distrae e manca il gancio e giù in caduta libera fino a trovare un’altra mano che ti afferra saldamente e ti riporta in alto, artisti in un grande trapezio finchè non si spengono le luci.

Read Full Post »

Il senso della vita

Da un gesto semplice e faticoso come il riordinare una stanza capita di cominciar a mettere ordine nei ricordi. Viene fuori un insieme di pensieri e ricordi fra il riso e l’amaro su tutti una gran serenità e la certezza di una vita vissuta. Tornare indietro perchè? Per porre riparo al dolore e rivivere tutte le gioie. Ci si chiede che senso ha la vita, se ne cerca un filo conduttore e lo si ritrova in un talento innato: scrivere. Così tutto prende forma,  perno dell’esistenza e del vivere quotidiano. Kèfaleh intorno a cui arrotolare la pergamena degli anni che passano, il senso della vita.

Read Full Post »