Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘G.Conte’

L’adultera

Ho acquistato “L’adultera” di Giuseppe Conte e l’ho letto fra una sala d’attesa e l’altra in ospedale fra Roma e Napoli, in 3 giorni. Un romanzo lineare e coinvolgente, in alcuni tratti commovente fino alle lacrime, come nelle ultime pagine. L’adultera è una donna di cui non si sa molto se non quanto descritto nel Vangelo di Giovanni per il suo incontro con Gesù. Giuseppe Conte ci costruisce una storia o ne ricostruisce la storia.

Un romanzo avvolgente che come dice lo stesso scrittore, ti fa riconoscere in questa donna.  Ebbene sì, mi ci sono riconosciuta, non perchè adultera nel vero senso del termine e della storia, ma perchè sono entrata nel cuore di quella donna, nelle sue debolezze e soprattutto nel desiderio di seguire il cuore. Ognuno di noi tradisce sempre qualcuno se segue il proprio cuore, e tradisce se stesso nel momento in cui segue i sogni e desideri di un altro.

L’adultera vive con passione e grande intensità non solo i suoi desideri carnali ma anche i suoi sogni e le sue emozioni, il suo immenso dolore provocato dall’aver seguito il cuore e aver vissuto intensamente. Sì, in questa donna ci si riconosce perchè ognuno di noi ha bisogno d’amore, di un amore che ci faccia sentire vivi, ognuno di noi ha bisogno di perdono  e di sentirsi amato, ha bisogno di redenzione. La si cerca e ci si dispera fino a cercarla e trovarla in un amore più grande che esula dalla fisicità, l’amore che nasce dall’incontro con il Maestro, per lei  avvenuto sulla spianata di Naconor alla porta di Ephraim, davanti al tempio di Gerusalemme.

Un bisogno d’amore ricercato nel disperato desiderio di ricordare i segni da Lui tracciati, per ritrovare le sue parole e il suo linguaggio, un linguaggio fatto di silenzi e gesti di immenso amore e perdono. E anche confessarsi, infine, al proprio padrone, esprime il desiderio di sentirsi condannati, oltre che dal giudice più severo che è la nostra coscienza, da qualcun altro. Ad un certo punto si ha veramente bisogno di trovarsi davanti ad una folla pronta a lapidarti perchè la prima pietra vorresti scagliarla tu e poi  essere amati, redenti, perdonati e finalmente resi liberi dall’unico amore che veramente cambia la vita, quello che nasce dall’incontro con l’amore di Gesù, di Dio.

Era tempo che non leggevo un romanzo che mi coinvolgesse e mi facesse divorare le pagine come questo, perciò ringrazio Giuseppe Conte per averlo scritto e l’intervista allo stesso letta su LPELS oltre la splendida recensione di Marino Magliani.

Da ieri è iniziata la Quaresima un viaggio intenso e forte verso l’amore e il perdono di chi è capace di dare la vita per amore degli altri.

Stella Maria

Read Full Post »